Agritaly, fino a domenica 9 aprile al polo fieristico di Latina Agritaly, fino a domenica 9 aprile al polo fieristico di Latina
E’ stato tagliato questa mattina alle 11,30 alla presenza del Prefetto di Latina Pierluigi Faloni il nastro inaugurale della prima edizione di Agritaly, la... Agritaly, fino a domenica 9 aprile al polo fieristico di Latina

E’ stato tagliato questa mattina alle 11,30 alla presenza del Prefetto di Latina Pierluigi Faloni il nastro inaugurale della prima edizione di Agritaly, la fiera nazionale dedicata all’ambiente, all’agricoltura e all’innovazione ospitata presso il polo fieristico di via Monti Lepini, nel capoluogo.

A fare gli onori di casa ci ha pensato l’assessore ai lavori pubblici del Comune di Cisterna di Latina, Danilo Martelli, già consigliere provinciale che ha creduto nell’idea degli organizzatori e soprattutto è stato il promotore dell’evento insieme al Presidente della Provincia di Latina e sindaco di Cisterna di Latina, Eleonora Della Penna. Era presente inoltre il comune di Bassiano rappresentato da Giuseppe Mazzocchi.

La quattro giorni aperta oggi sarà motivo anche per approfondire durante i convegni organizzati all’interno, i temi legati al piano di sviluppo rurale regionale promossi dagli agronomi della provincia di Latina. In fiera in particolare si parlerà invece di innovazione e ambiente e soprattutto faranno da vetrina i prodotti locali delle maggiori regioni italiane negli stand enogastronomici allestiti.

Gli stand resteranno aperti con orario compreso tra le 9,30 e le 20,00 fino a domenica 9 aprile, mentre gli ospiti più piccoli potranno ammirare l’esposizione dei falchi, cavalcare il bellissimo Pony di Esperia e lasciarsi fotografare con il gufo reale. Ci saranno inoltre animali esotici e tante altre curiosità.

Fiore all’occhiello dell’intera iniziativa, lo spazio dedicato alla festa del peperoncino con le varietà più piccanti al mondo.

“Abbiamo accettato la sfida di riaprire la fiera di Latina – ha spiegato Fabio Angeli organizzatore dell’Evento Agritaly – in un momento difficile per l’intera economia nazionale, compreso il settore agricolo. Dopo tre anni di stop questi ambienti tornano ad essere vissuti con un appuntamento nazionale. E’ soltanto il primo di una serie di eventi che abbiamo in mente di mettere in cantiere anche per far rivivere un polo fieristico importante soprattutto per la sua collazione e a cui ha creduto l’intera amministrazione provinciale, guidata dal presidente Eleonora Della Penna”.